Centro di Ascolto CARITAS

CDAVx - Centro di Ascolto Vicariale delle Povertà e delle Risorse

A cura di Paolo Baratin

Cenni storici

La Caritas interparrocchiale di Montegrotto (Montegrotto-Mezzavia-Turri) a partire dall'autunno del 2007 riprende regolarmente gli incontri mensili mettendo in agenda la possibilità di aprire un centro di ascolto nei locali al terzo piano della canonica della parrocchia di San Pietro Apostolo, dimostratisi poi logisticamente e funzionalmente inadeguati allo scopo.

Su suggerimento di alcuni parrocchiani, venuti a conoscenza del riassetto logistico di alcuni servizi comunali, ci siamo rivolti all'allora sindaco, chiedendo di metterci a disposizione degli spazi adeguati a tale nostro progetto. Alla risposta positiva, è seguita un'attesa considerevole dettata da diversi motivi. Nel frattempo abbiamo ritenuto opportuno coltivare la frequentazione del coordinamento Caritas delle parrocchie del vicariato, prospettando, sulla scia di quanto veniva ad emergere nei progetti pastorali della Diocesi, una connotazione specificatamente vicariale del Centro di Ascolto.

Prospettammo la cosa all'allora direttore della Caritas diocesana Don Gianfranco Zenatto, che si rese subito disponibile, coadiuvato da alcuni collaboratori, ad organizzare una prima serie di incontri formativi. Successivamente, con il passaggio delle consegne all'attuale direttore Don Luca Facco, e nel contempo, con quanto veniva emergendo nella progettazione della Caritas Italiana sul decentramento vicariale del servizio di ascolto, praticato dai CDA cittadini, il nostro vicariato, già ben assestato dal punto di vista del coordinamento della Caritas parrocchiali, è stato scelto per il 2012 con altri nove vicariati della nostra diocesi, come "testa di ponte" di questa nuova esperienza.

Su tale progetto, si è trovata poi la graduale convergenza dei parroci e dei referenti delle Caritas parrocchiali passando quindi alla messa a fuoco di tutte quelle istanze di ordine formativo e organizzativo necessarie per renderlo operativo. L' "anomalia" della sede logistica, non presente nei locali ecclesiali, ma ospite di quelli comunali, alle naturali titubanze per il significato che una tale scelta esprimeva, non ha finora leso la felice intuizione di una potenzialità "missionaria" tutta da esplorare e da attuare.

Di grande valore è il lavoro d'insieme fatto in sede di formazione mettendo in pratica concretamente gli auspici che gli orientamenti pastorali della Diocesi da un bel pò di tempo indicavano il lavoro vicariale quale valore da perseguire nel metodo e nelle scelte pastorali. Da aggiungere poi, che l'esperienza di ascolto delle già numerose persone che si sono presentati al nostro sportello ha già messo in rilevo due aspetti importanti:

1) imparare ad essere umili constatando giorno dopo giorno quanto poco possiamo rispetto ai bisogni e alle necessità.

2) La possibilità di far crescere relazioni significative in termini di collaborazione e sussidiarietà perché come diceva Don Lorenzo Milani: "Dalle situazioni...meglio se ne esce insieme". È una grande ed evangelica verità!

 

Per saperne di più: http://www.caritaspadova.it/

Scarica la brochure informativa del Centro di Ascolto

Brochure

 

Torna in alto
Top of Page

 Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.