Continuità

CONTINUITÀ VERTICALE TRA NIDO E SCUOLA DELL’INFANZIA

La dicitura “Nido Integrato” rimanda ad un concetto fondamentale di ordine organizzativo; il servizio sorge infatti all’interno di una struttura educativa già esistente, avente funzione di Scuola dell’Infanzia, con la quale il Nido ha una relazione privilegiata di continuità.
“Esso svolge un’attività psicopedagogica mediante collegamenti integrativi con l’attività della scuola materna, Essendo il processo di crescita individuale unitario e progressivo, verranno predisposte, in sede di programmazione didattica, attività educativo- didattiche che coinvolgono entrambe le realtà educative quali ad esempio lo scambio di visite presso gli ambienti della scuola dell’infanzia (salone, sezione, sala da pranzo), l’organizzazione di feste comuni, gli incontri tra le educatrici e le insegnanti, gli incontri tra i genitori, la compilazione di “Schede di Passaggio” dal Nido alla Scuola dell’Infanzia.
Tutte le sopra indicate attività saranno finalizzate alla conoscenza reciproca fra bambini e “nuovi” adulti e a garantire una continuità affettiva ed emotiva dei bambini con le nuove figure di riferimento e i nuovi ambienti.



CONTINUITÀ ORIZZONTALE

CONTINUITÀ TRA NIDO E FAMIGLIA NELL'EDUCAZIONE DEL BAMBINO

Il nido, che si pone all’interno del contesto del cosiddetto sistema formativo integrato, si propone di stabilire relazioni con tutte le agenzie educative presenti nel territorio (famiglia, istituzioni), in particolare con la prima agenzia educativa che interviene nella formazione della personalità del bambino: la famiglia.
 La scuola dà inizio ad una prima relazione con la famiglia organizzando, generalmente verso la fine dell’anno solare, l’open day ossia un pomeriggio o una serata durante i quali viene data l’opportunità ai genitori interessati di visitare la struttura, di conoscere la storia del servizio ed il personale che vi lavora, oltre all’organizzazione dei tempi e degli spazi.
Consapevole poi del significato e del valore della funzione genitoriale per la crescita e per la formazione dell’identità personale del bambino, il nido integrato vuole porsi in continuità con la famiglia, stabilendo una stretta collaborazione con i genitori, al fine di garantire la congruenza e l’omogeneità dell’esperienza vissuta con i bambini e con le bambine.
I rapporti con i genitori si concretizzano mediante colloqui individuali, incontri di gruppo, bacheca degli avvisi, cassetta della posta, questionario di gradimento.
Tra i colloqui individuali si possono distinguere quelli formali e quelli informali.
Per quanto concerne i colloqui formali, il primo viene svolto prima dell’inserimento. La famiglia viene contattata telefonicamente dall’educatrice di riferimento, con la quale viene fissato un appuntamento presso la scuola (generalmente durante il mese di luglio). Durante questo primo colloquio l’educatrice fa visitare il nido integrato e consegna poi la modulistica, con una breve spiegazione verbale di ciò che il genitore dovrà leggere e conservare, e/o compilare e riconsegnare nei primi giorni di inserimento. Insieme a questi documenti vengono consegnati i contrassegni di stoffa che andranno cuciti sul corredo personale del bambino e vengono mostrate la Scheda Routine e la Scheda Attività che verranno compilate durante l’anno scolastico per garantire una comunicazione delle informazioni sulle cure del bambino e sulle attività proposte. Infine l’educatrice cerca di acquisire informazioni sul bambino, lasciando comunque libero il genitore di esprimersi.
 A metà anno scolastico (solitamente a febbraio) e a fine anno scolastico (solitamente a giugno), le educatrici organizzano i colloqui individuali con i genitori fermo restando che sia la famiglia sia il nido possono contattarsi reciprocamente durante l’anno e, in caso di necessità, concordare un momento di confronto sulla crescita del bambino/bambina.
In relazione ai colloqui informali, essi si svolgono al momento dell’accoglienza e del ricongiungimento, con l’intenzione di costruire un legame continuativo con i genitori anche in situazioni non strutturate.
Per quanto concerne gli incontri di gruppo ad inizio anno scolastico è prevista una riunione  alla quale sono invitati tutti i genitori dei bambini iscritti e che si tiene alla fine degli inserimenti. Durante questo incontro vengono presentati la mission, il progetto educativo- didattico dell’anno in corso e l’organizzazione dei gruppi, procedendo poi con l’elezione dei rappresentanti dei genitori del nido e concludendo con una verifica degli inserimenti in  piccolo gruppo con l’educatrice di riferimento.
I rappresentanti dei genitori del nido integrato partecipano, durante l’anno scolastico, alle assemblee tenute con i rappresentanti dei genitori della scuola dell’infanzia, con la coordinatrice generale, un’insegnante della scuola dell’infanzia e un’educatrice del nido. Al termine di ciascuna riunione sono soliti indicare le tematiche discusse nell’apposito quadernone  verbale.
I rappresentanti hanno il ruolo importante di mantenere una “viva” e costante comunicazione con tutte le famiglie dei bambini frequentanti sensibilizzandoli e coinvolgendoli nell’organizzazione delle attività proposte all’interno della scuola durante l’anno in corso.
Oltre a questo incontro formale, sono previsti alcuni momenti di convivialità e di collaborazione attiva tra educatrici e genitori dei bambini del nido integrato (in relazione alle attività inerenti alla programmazione educativo- didattica, in occasione delle feste di Natale e di fine anno, oltre alla gita), ma anche alcuni momenti di incontro e di collaborazione con la scuola dell’infanzia (festa dell’Accoglienza, la Chiara Stella, festa di Carnevale, mostra del libro, festa della Famiglia).
Sempre in collaborazione con la scuola dell’infanzia, inoltre, vengono proposti alcuni incontri formativi organizzati durante il corso dell’anno, tenuti da relatori competenti su varie tematiche educative.
Al fine di offrire alle famiglie la possibilità di comunicare con le educatrici e tutto il personale operante in maniera anonima, è stata collocata nella veranda antistante l’ingresso del nido una “cassetta della posta”.
Infine, viene consegnato un questionario di gradimento alle famiglie dei bambini frequentanti a chiusura dell’anno scolastico, come strumento di verifica per il miglioramento del servizio offerto.


CONTINUITÀ TRA NIDO E SERVIZI PRESENTI NEL TERRITORIO


Il personale educativo del Nido Integrato “Maria Immacolata”  ha attivato dall’anno scolastico 2007- 2008 un Progetto di Sensibilizzazione al libro e alla lettura in continuità con la Biblioteca Civica del Comune di Montegrotto Terme ritenendo importante sensibilizzare il bambino, sin da piccolo, al libro e alla lettura per formare un adulto che ami leggere. Tale continuità si esplica attraverso:

l’organizzazione di uscite, rivolte ai bambini dai 24 ai 36 mesi, presso la Sezione Ragazzi della biblioteca per assistere a delle letture animate organizzate dalla responsabile della biblioteca;
un servizio di prestito di 30 libri adatti ai bambini dai 12 ai 36 mesi di cui il Nido può usufruire per un massimo di tre mesi.

Oltre a questa continuità, il personale del Nido Integrato mantiene relazioni con altri servizi presenti nel territorio quali:

i Servizi Sociali del Comune di Montegrotto Terme per quanto concerne la stesura e l’invio della graduatoria;
la pediatra e la neuropsichiatra infantile dell’ASL 16 di Padova- Distretto Socio Sanitario N.5  reperibili per un confronto con il personale in caso di bambini che presentassero delle “difficoltà” a livello emotivo-affettivo, fisico e/o cognitivo;
equipe di specialisti presenti nel territorio che seguono bambini frequentanti il nido, con certificate “difficoltà” a livello emotivo-affettivo, fisico e/o cognitivo.

Altro in questa categoria: « Orari del Nido Personale del Nido »
Torna in alto
Top of Page

 Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.